imagealt

25 APRILE-FESTA DELLA LIBERAZIONE


Il cibo come necessità, mancanza, convivialità e fantasia, nella quotidianità di coloro che combatterono nella Resistenza e per tutti gli italiani all'indomani della Liberazione. Ecco gli ingredienti dell'inedito icontro con La cucina partigiana, uno show-cooking abbinato ad un approfondimento storico e alla lettura ad alta voce di brani scelti, trasmesso nell'ambito della maratona Facebook Terra e Resistenza, organizzata per il 25 Aprile dall'Associazione Casa delle Agriculture con la quale l'IPSAR Veronelli collabora ormai da tempo.

L'evento è stato realizzato grazie alla Dirigente Scolastica dott.ssa Tiziana Tiengo, ai docenti che hanno curato la ricostruzione del contesto storico e la scelta dei brani letti (prof.ssa Lucia Leone), l'elaborazione delle ricette partigiane e dei coloratissimi cocktail a tema (proff. Andrea Casillo ed Emanuele Collluto), con la partecipazione di alcuni studenti della classe 4^AM. Nella preparazione dei piatti, lo chef ha utilizzato le farine di grani antichi, promosse nell'ambito del progetto Cibo della Restanza.

Per si fosse perso la diretta, ecco il link per rivedere l'evento:

http://www.facebook.com/story.php?story_fbid=558492214804897&id=1796224153931306&scmts=scwspsdd&extid=MFlXIqOl1KQD1ply

 

 

Cocktail Partizan e cocktail Rosso 25 Aprile del prof. Colluto
Il prof. Colluto nel suo bar didattico a distanza
Il cocktail Rosso 25 Aprile
La zuppa di cipolla alla partigiana, ricetta del prof. Casillo
Petalo di polenta con salvia
Il raviolo tricolore "bastonato"